Pulizia Delle Superfici Con il Laser

Condividi:

La pulizia delle superfici è un operazione più o meno faticosa ottenibile attraverso processi meccanici, con l’utilizzo di spazzole, carte abrasive, oppure ricorrendo alla sabbiatura o all’azione di prodotti chimici specifici.

 P-Laser sviluppa e produce apparecchiature laser per la pulizia delle superfici, in alternativa a strumenti tradizionali per la rimozione di ruggine, polvere, ossidi, olio e altre contaminazioni da metallo, plastica, ceramica, vetro, pietra o cemento.
Questa tecnica di pulizia tramite laser lascia intatto il sottofondo originale, per cui offre possibilità inaspettate per una varietà di applicazioni industriali in tema di preparazione e pulizia delle superfici.

Il numero di applicazioni di sistemi laser è in costante aumento, ogni giorno vengono scoperte ed esplorate nuove possibilità: dalla classica rimozione della ruggine al restauro di facciate di edifici in pietra naturale. Rimozione della vernice, decolorazione, pulizia degli stampi, disoleazione, trattamento speciale delle superficie persino etichettatura e marcatura.

Le applicazioni industriali per cui i prodotti P-Laser sono utilizzati, variano dalla più piccola area inaccessibile a vaste superfici di infrastrutture pubbliche o private.

La pulizia laser industriale, o ablazione, è il processo di rimozione del materiale indesiderato da una superficie solida irradiandolo con un raggio laser. Assorbendo l’energia del raggio laser, il materiale bersaglio viene riscaldato molto rapidamente, facendolo evaporare o sublimare, mentre la superficie sottostante non assorbendo energia, rimane intatta.

(Guarda il video)

Manipolando il flusso laser, la sua lunghezza d’onda e la sua lunghezza di impulso, la quantità di materiale che viene rimosso da un singolo impulso laser può essere controllata con estrema precisione. Per questo motivo la pulizia laser, è ugualmente adatta alla rimozione rapida della ruggine profonda o alla rimozione di un strato sottile di vernice, senza danneggiare la base.


I sistemi di pulizia laser hanno una grande capacità di rimozione della ruggine o disossidare oggetti dalla forme più disparate, arrivando anche nei punti meno raggiungibili dai sistemi tradizionali.

Larga applicazione trova l’utilizzo di queste macchine nella rimozione della vernice prima di processi di saldatura, brasatura, incollaggio o nuova verniciatura.

 Questi laser sono anche in grado di rimuovere la vernice strato per strato, se non si desidera rimuovere tutto in una volta.

Importanti benefici pratici ne derivano anche dall’utilizzo per l’eliminazione di sostanze grasse o oleose, sporcizia o altri contaminanti. Un esempio pratico può essere la fine di una linea di produzione come pulizia finale del prodotto prima della consegna al cliente.

Nel processo di restauro, la pulizia laser è stata utilizzata con risultati soddisfacenti, ad esempio nella conservazione della pietra. Essa è in grado di rimuovere incrostazioni, restituendo apprezzabili risultati dal punto di vista estetico senza produrre effetti negativi.

Il diametro del raggio laser può essere regolato in modo tale da poter trattare aree di dimensioni diverse, non vi è alcun contatto fisico tra l’oggetto da pulire e l’attrezzatura laser, aspetto rilevante nel trattamento di materiali fragili, inoltre non richiede l’utilizzo di sostanze chimiche o prodotti abrasivi.

P-Laser sviluppa e produce le apparecchiature laser industriali più avanzate al mondo per uso manuale e automatizzato (in attesa di brevetto). Questi sistemi di pulizia laser vanno da 20 a 1000 watt di luce laser estremamente precisa, offrono inoltre, possibilità inaspettate per un numero sempre crescente di applicazioni industriali, che vanno dalla marcatura o etichettatura alla preparazione della superficie per test non distruttivi.

Per ulteriori informazioni, visita il sito.

Potrebbero interessarti anche...