Ventilatore con Recupero di Calore

Condividi:

 Negli ambienti al chiuso è importante effettuare un ricambio d’aria, per ridurre l’umidità, eliminare di odori, evitare il formarsi di muffe e mantenere quindi un livello di comfort accettabile.

Il flusso d’aria verso l’esterno, comporta inevitabilmente una dispersione di calore che deve essere compensato con un ulteriore dispendio di energia.

Il recuperatore KERS è un apparecchio per la ventilazione meccanica a doppio flusso, da installare sulla parete comunicante con l’esterno. Il suo principio di funzionamento consiste nel trattenere il calore dall’aria esausta in uscita, per poi trasferirlo nell’aria nuova immessa nell’ambiente.

  Il recuperatore KERS è dotato di una ventola per il convogliamento meccanico dell’aria che inverte la rotazione a intervalli regolari e di uno scambiatore di calore in ceramica.

   Questo apparecchio è adatto ad un utilizzo residenziale e per singoli ambienti in particolare dove non si ritenga utile ricorrere ad impianti di condizionamento centralizzati.

(Guarda il video)

Il ventilatore a recupero è particolarmente vantaggioso quando si vuole intervenire in locali in cui sia presente il problema delle muffe senza interventi troppo impegnativi dal punto di vista economico.  

Il recuperatore KERS è disponibile in vari modelli con una portata d’aria che va da 23 o 50 m³/h, ma che si traduce in 11,5 m³/h e 25 m³/h, poiché funziona il 50% del tempo in estrazione e il 50% in emissione, è quindi adatto per locali da 9 a 20 mq di superficie calpestabile e un’altezza di 2,7 m.


  L’installazione richiede un foro passante sulla parete perimetrale e periodicamente necessita della pulizia del filtro.

Per maggiori informazioni visita il sito del produttore.

Potrebbero interessarti anche...