Zincatura a caldo: Proteggere i Filetti

Condividi:

La zincatura a caldo è un trattamento di protezione di elementi in acciaio dalla corrosione con il risultato finale di depositare uno strato di zinco sulla superficie del metallo.

Essendo lo zinco fuso molto denso, questo processo fa sì che vengano riempite le piccole cavità, che in alcuni casi possono interferire con lo scopo a cui è destinato il prodotto finito. 

E’ questo il caso delle filettature, oppure degli elementi delle cerniere che a seguito del trattamento vanno a perdere le tolleranze meccaniche con cui erano state progettate.

Esistono vari metodi per evitare che lo zinco fuso vada ad insinuarsi in punti non desiderati:

  • Applicare sulle parti filettate del nastro telato, che durante il trattamento si carbonizzerà, ma potrà essere rimosso facilmente con una spazzola metallica;
  • Applicare gesso, stucchi o similari: utilizzabile solo per fori ciechi, anche in questo caso lo zinco non si depositerà dove non desiderato e sarà possibile rimuovere facilmente il materiale residuo alla fine del trattamento.